Il Design di Barbara Abaterusso

Mobili e complementi d’arredo come gioielli: è questa la tendenza design più forte del momento. Un trend che, con le opere della designer Barbara Abaterusso, raggiunge l’apoteosi.

Capolavori nei quali arte ed artigianato annullano il confine che delimita i due mondi e danno origine a pezzi unici straordinari. Made in Italy completo, dalla progettazione alla realizzazione, queste creazioni sono diventate l’oggetto del desiderio di principi mediorientali e potenti businessman asiatici ed occidentali, passando per esposizioni come la Triennale di Milano  http://www.triennale.org/

Meraviglie da fiaba esotica che intrecciano passato e presente, memoria storica e tecniche innovative, manualità raffinata e la semplicità di processi chimici naturali.

Suggestioni magiche eppure marcatamente terrestri: i metalli preziosi come l’oro, l’argento e il bronzo dialogano con il tessuto ricamato, a propria volta metallizzato oppure mantenuto in purezza e sovrapposto. L’effetto scintillante da mille e una notte si alterna all’opacità del ferro, reso unico dai disegni che l’acqua di mare vi ha impresso, trasformandolo attraverso la corrosione.

 

Le opere di Abaterusso sono anche il risultato – magnifico e sorprendente – del connubio fra materiali completamente differenti e tra le diverse anime degli stessi. Metallo ricamato, bronzo, legno laccato, metallizzazione, ruggine.

Impossibile non innamorarsi all’istante dei pannelli, dei tavoli, degli armadi creati inglobandovi tessuti ricamati all’uncinetto che, irrigiditi dalla fusione col metallo, diventano struttura oltrechè motivo decorativo. Così come irresistibile è l’impulso di accarezzare gli arredi letteralmente ricamati con la lana: il contrasto caldo/freddo, ma anche maschile/femminile, antico/moderno, romantico/punk è interessante. Di più: seducente.

 

E’ una creatività senza confini, quella di Barbara Abaterusso. Un insieme armonico che nasce dai contrasti. Così come la sua stessa storia. Ha origini veneziane e mitteleuropee da parte di madre e sia pugliesi che greche da parte di padre. In entrambe le famiglie, sarti e costumisti. Anche Barbara ha lavorato nella moda: a soli 17 anni è costumista per la RAI, poi lavora con Valentino e Gattinoni, nel cinema e a teatro. Si laurea in architettura di interni e decorazione all’Accademia di Belle Arti di Roma, città dove vive. Oggi, oltre a creare gli arredi fantastici dei quali abbiamo un assaggio nelle foto di questo articolo e che possiamo ammirare dal vivo nell’atelier al civico 150 della romana via di Monserrato, partecipa a collettive d’arte e progetta sia locali pubblici che abitazioni private.

 

La genialità dell’idea e un know how di eccellenza assoluta danno vita ad oggetti senza pari, somma di tutti i valori che li compongono, da quello materico a quello concettuale. Anche noi, in fondo, siamo così: l’addizione dell’esperienza, quella vissuta e quella raccontata dagli avi, dell’ambiente in cui viviamo, delle persone incontrate, dei libri letti, dei viaggi fatti, della musica ascoltata e dei sogni sognati. Siamo fatti di polvere di stelle e radici d’albero, ci trasportano le correnti acquee e i venti e la passione soprattutto.

 

Gli arredi di Barbara Abaterusso fanno pensare che lei abbia fatto sogni bellissimi, resi concreti da un’audacia positiva e gentile, femminile e potente.

Volete immergervi nella bellezza e saperne di più? http://www.barbaraabaterusso.com/