C’è chi non sa proprio rinunciare al lusso in vacanza. Rilassarsi ma non solo, prendersi cura di sé e coccolarsi nel modo più esclusivo possibile. Dimenticate i classici massaggi o la comodità delle stanze, ormai l’asticella si è alzata sempre di più e chi ama il luxury ha delle richieste di volta in volta più alte, ma anche stravaganti. In molti potranno restare a bocca aperta davanti a quelli che sono i servizi più strani nelle vacanze di lusso. A stilare un preciso elenco è stato il portale Hotelscan.com che ha analizzato alcune richieste sempre più all’avanguardia che vengono fatte alle strutture di altissimo livello. Scopriamole insieme.

 

Il Community Manager: Come rinunciare alla condivisione sui social dei momenti migliori delle nostre vacanze? Postare foto di ristoranti esclusivi, video in alberghi di lusso, stories in posti da sogno: è davvero difficile rinunciarci. Ma per alcuni può essere anche stressante. Proprio per questo si è diffusa la richiesta di un Community Manager che lo faccia al posto del cliente, interagendo con i follower e ritoccando anche le immagini.

Digital Detox: A volte, però, per rilassarsi davvero bisogna staccare completamente dai social e dalla tecnologia. Ecco perché in alcune strutture il cliente deve consegnare il proprio telefonino per riprenderlo solo a vacanza finita. In omaggio potrebbe ricevere un libro, una escursione o, comunque, un’attività da svolgere necessariamente offline.

Soggiorni Musicali: Amate la musica? Ci sono strutture a lei completamente dedicate. Le esperienze fruibili sono diverse: assistere a concerti, dormire in camere dedicate a generi musicali, suonare strumenti musicali e molto altro ancora.

 Maggiordomo personale: Siamo al grande classico, un vero e proprio evergreen. Del resto chi non desidera una persona che faccia tutto al proprio posto?

Experience Planner: In questo caso la scelta ricade su una persona che sia in grado di organizzare attività originali o sorprese romantiche per il proprio partner. Un vero sollievo per chi non ha voglia di pensare a cosa fare ma ama trovarsi davanti a ottime proposte già definite.

Robot come concierge: Ormai ci sono sempre più robot negli hotel. Dai receptionist agli animali meccanici, passando per i touch pannel e il riconoscimento facciale per aprire le porte, fino ad arrivare agli hotel giapponesi interamente gestiti da robot.

Massaggi: Se i massaggi sono sempre in voga, quelli al gin tonic sono sicuramente una delle ultime tendenze. Un modo per rilassarsi e inebriarsi con l’odore degli elementi che sono alla base della preparazione di questo ottimo cocktail.

Braccialetto per pagare: Non il classico bracciare per l’open bar, ma un braccialetto sostitutivo di carte di credito, impermeabile, con il quale pagare pasti e trattamenti presso la struttura. Com’è possibile? Il bracciale è collegato all’app dell’hotel con un tetto massimo di spesa e una visione sulle transazioni eseguite.

Ecco quali sonoi servizi più strani nelle vacanze di lusso, un modo di coccolarsi esclusivo ma sicuramente anche molto stravagante.