Roma è una città magnifica e basta girare per suoi incantevoli rioni per rendersene conto. Storia, monumenti, chiese, cultura, scorci incantevoli. E ancora piazze, fontane, corsi, musei, basta percorrere le sue strade per venirne rapiti. Si dice che a Roma si potrebbe girare sempre con il naso all’insù, ma avete mai provato a fare il contrario e a guardarla dall’alto? Ci sono posti che offrono una vista sulla Città Eterna da sogno. Ma quali sono i punti panoramici più belli di Roma? Ne abbiamo selezionati 5, ecco i nostri preferiti:

Lo Zodiaco

A Roma Nord, sulla cima di Monte Mario, c’è un luogo dove è possibile ammirare uno dei panorami più belli della Città Eterna. Siamo allo Zodiaco, terrazza romantica, meta di coppie tanto che la strada da percorrere per raggiungerla è chiamata il ‘vialetto degli innamorati’. La vista, del resto, è incantevole: si può scrutare il centro e volgere lo sguardo fino ai Castelli. E per chi vuole far colpo, c’è anche la possibilità di mangiare nel ristorante che qui sorge. Di sicuro sarà un’esperienza indimenticabile.

(Panorama dallo Zodiaco)

Il Gianicolo

Il colle del Gianicolo sorge tra il Vaticano e Trastevere e raggiunge un’altezza massima di 88 metri. Percorrendo una strada panoramica è possibile arrivare alla terrazza del Gianicolo e godere di una vista su tutta la città. Se di notte il romanticismo è senza dubbio ineguagliabile, di giorno, precisamente alle 12, si può assistere a un particolare spettacolo: lo sparo del cannone. Tradizione che prosegue dal 1847 quando Papa Pio IX la fece introdurre per uniformare il suono delle campane di Roma.

(Lo spettacolo che si può ammirare dal Gianicolo)

Pincio

A Roma i tramonti più belli si ammirano dalla terrazza del Pincio, non potevamo di certo non inserirlo tra i punti panoramici più belli di Roma. Il sole che tramonta e il cielo dell’Urbe che si colora di mille sfumature, lasciano, infatti, senza parole chi ha modo di ammirare tale spettacolo da questo luogo, immerso nel verde di Villa Borghese. Si possono inoltre scorgere le principali architetture barocche della Città Eterna.

(Vista dal Pincio)

Il Giardino degli Aranci

Si chiama Parco Savello, ma tutti lo conoscono come il Giardino degli Aranci. Questa terrazza che sorge sull‘Aventino, e che deve il suo soprannome ai tantissimi alberi d’aranci qui presenti, offre un’incantevole vista dal Tevere alla Cupola di San Pietro. Ma il fiore all’occhiello di questo luogo è il buco della serratura del cancello del Priorato dei Cavalieri di Malta. Guardandoci dentro potrete ammirare il Cupolone di San Pietro incorniciato da alberi e in una prospettiva a dir poco unica.

(Vista dal buco della serratura del cancello del Priorato dei Cavalieri di Malta)

Il Vittoriano

Dal 2007, grazie a due ascensori panoramici, è possibile raggiungere il punto più alto dell’incantevole monumento dedicato a Vittorio Emanuele II: la Terrazza delle Quadrighe. Dopo essere saliti di ben 40 metri sarete ricompensati da una vista incredibile: potrete ammirare tutta Roma, concentrandovi sul suo cuore antico. Il tutto praticamente dal centro della Città Eterna.

(Il magnifico Belvedere della Terrazza delle Quadrighe)